Categorie
Diario

Lavoro, grandi sogni e piccoli consigli.

Ho appena pubblicato un piccolo articolo su Linkedin pulse , la piattaforma di blogging di Linkedin a proposito del lavoro dei sogni, ( …forse ho fatto una gran cazzata… ma questa è un’altra storia. )

Già il lavoro dei sogni.

In un mondo ideale tutti dovremmo fare il lavoro dei nostri sogni.

Ma cos’è?

autocitandomi:


“fare quello che ami, (qualsiasi cosa sia), dove vuoi, quando vuoi e tutto questo in modo da farti mantenere il tuo stile di vita, (o migliorarlo se possibile).”


A scuola non so voi, ma io non avevo idea di cosa fare. L’unica cosa che sapevo era che una volta terminata, dovevo andare a lavorare.

Di fatto si studia per andare a lavorare…

In realtà bisognerebbe studiare per creare VALORE … “Dario Vignali docet

In questo viaggio chiamato vita sono molte più le volte in cui perdi la bussola o sbagli rotta.

Ci si comincia ad assuefare alla routine, lavoro – stipendio – lavoro – stile di vita…

Quello che bisognerebbe fare invece è trovare la propria passione e farla diventare il proprio lavoro.

Tanto semplice a parole, tanto difficile nel tramutarlo in realtà.

Questo non te lo insegna nessuno.

Men che meno la scuola.

La tua scuola è il mondo, la tua scuola sono le esperienze che fai, e tante più esperienze fai, tanto più impari.

Queste sono alcune delle lezioni che ho imparato e che spero ti siano di aiuto:


Impara le regole, seguile e poi infrangile.

Sbaglia, e sbaglia tanto. perchè sbagliare ti insegna a vincere. Il fallimento è il primo passo verso il successo.

Non fermarti mai di imparare e non smettere mai di essere curioso. E se non lo sei diventalo.

Pensa al di fuori degli schemi.

Trova l’errore, trova il punto debole del sistema e miglioralo.


Impara a mettere in discussione tutto. A volte anche se stessi.

Ovunque tu sia, in qualunque fase della vita tu sia creati il tuo “spazio felice” e fai esplodere la tua creatività. Ti farà stare bene e forse ti svolterà la vita.

Proteggi quell’entusiasmo che hai quando inizi qualcosa di nuovo. amplificalo se riesci.

Abbi fiducia nel futuro.

Ascolta le critiche e accettale se sono costruttive. Se non lo sono, continua per la tua strada.

La vita, non ti da niente se non fai niente.

Abbraccia il cambiamento.

Rischia.

Non aspettarti lodi ma lotta per i risultati. Saranno la tua ricompensa

Quindi, se non ti senti bene dove sei, cerca una nuova opportunità e. se puoi, creala.


Fa qualcosa, non restare fermo o affogherai.

Buona fortuna.

Categorie
Business Hacking

Business Hacker

Ok. Partiamo dall’inizio:

da Wikipedia:

Hacker è un termine della lingua inglese che designa una persona che utilizza le proprie competenze informatiche per esplorare i dettagli dei sistemi programmabili e sperimenta come estenderne l’utilizzo.[

La parola deriverebbe dal verbo “To hack”, la forma sostantiva del verbo inglese “to hack” che significa “tagliare”, “sfrondare”, “sminuzzare”, “ridurre”, “aprirsi un varco”, appunto fra le righe di codice che istruiscono i programmi software.

Le origini del termine risalirebbero alla seconda metà del XX secolo e col tempo è diventato rappresentativo di una cultura e un’etica legata all’idea del software libero.

Successivamente è stato utilizzato in senso generale anche per indicare individui che studiano e sperimentano la materia, per conoscerne i segreti ed analizzarla in profondità.

Beh. A me piace definirmi un Business Hacker.

Grazie alle mie esperienze nelle piccole e medie imprese ho capito che molte aziende non sanno bene quali strumenti utilizzare per semplificare i loro processi e velocizzare le operazioni ripetitive.

Un’altra cosa che non fanno è analizzare la maggior quantità di dati possibile per migliorare l’efficienza del loro business.

Molte fanno fatica anche ad utilizzare i social e gli strumenti che abbiamo ora per attirare i clienti e fornire loro la miglior esperienza d’acquisto possibile del loro prodotto e servizio.

Sono fermamente convinto che ogni centesimo speso in tecnologia debba essere speso bene e debba servire per migliorare l’efficienza, la produttività e la potenza del tuo business e del tuo brand

Tutto questo “pippone” per dirvi che il termine Business Hacker, non esiste, o almeno esiste da ora che te ne sto parlando che da bene l’idea per farti capire quello che può fare per un business hacker per te.

Come?

Contattami e te lo spiego.

p.s.
in realtà allo step successivo trovate il Growth Hacker, ma se non avete prima semplificato il semplificabile…

Categorie
Diario

Ricominciare da 0

A vent’anni facevo siti web per un’azienda IT.
A parte la passione per i pc; di internet e di siti web nel 1999 non sapevo niente.

Ora riesco a creare un sito web da 0.

Dai 25 anni ho lavorato come impiegato in un porto turistico, anche se in realtà facevo un po’ di tutto: fatturazione, customer care, vendita, IT, social…
Anche in questa esperienza sono ripartito da zero; non sapevo niente di lavoro d’ufficio, di fatturazione, di barche nè di come si gestisse un marina.

Ora sono sicuro che potrei riuscire a farlo.

Da poco ho appena iniziato un’altra avventura nel campo della vendita e….si ancora ora ho paura. Ma so che è normale, è una regola del gioco.

Ricominciare da 0. Fa paura.

Lo fa sempre

L’inizio di ogni esperienza fa sempre paura, e meno conosci l’ambiente più sei spaventato…in realtà però ciò che ci spaventa di più è l’ignoto.

Se vuoi imparare, devi fare, e sbagliare; più sbagli, più capisci e ovviamente impari.

Un problema che ho sempre avuto infatti è che ogni volta che iniziavo qualcosa volevo già essere in grado di riuscire a farlo perfettamente. Anche senza mai averla fatta prima.

Spesso il non sapere ci fa innervosire e si corre il rischio di rovinarsi le giornata a causa di questo motivo.

Quindi rilassatevi.

(E lo dico anche un po’ a me stesso…)

Se volete un consiglio, nella nuova esperienza che vi spaventa utilizzate quello che già sapete e che vi appassiona, e vedrete che a poco a poco vi stupirete di quello che può accadere.