Categorie
Diario

Il mio salto nel vuoto

E’ passato un’anno dal mio “salto nel vuoto”, (il mio cambio di lavoro), e sto provando a fare un piccolo bilancio.

Non so se ho fatto la scelta giusta ma allora mi sembrava così.

Diciamo che ho dovuto scegliere il “male minore”.

Di certo c’è che il cambiamento ci fa migliorare e ci fa scoprire cose nuove di noi.

Il nostro spirito di adattamento per esempio, e il fatto che non c’è niente che non possiamo fare, l’unico limite è nella nostra mente.


Tornando al mio “salto nel vuoto “, forse ti stai chiedendo se mi sono pentito?

Beh se me lo chiedi da lunedi al venerdi SI.

Il week end?

No.

Perchè, ho capito cosa ho perso degli ultimi diciotto anni.

Ho praticamente rinunciato alle amicizie e a me stesso per qualcosa che non è neanche mio in nome di cosa?

Ho un’ automobile e qualche risparmio ma non ho costruito niente.

Cosa vorrei?

Sogno da anni di scrivere un libro, sogno da anni di creare qualcosa di mio.

Si anche se questo è un periodo di incertezze e dubbi sul futuro, in un periodo forse più pericoloso per le nuove attività.

Sto rimandando da un sacco di tempo e forse sto usando un sacco di scuse perchè ho paura di sbagliare, di fallire.

Sono ossessionato dalla paura di sbagliare.

Terrorizzato dalla paura di fallire.

E schiantarmi al suolo.

A presto.